• Chiesa diroccata S.Angelo

  • La Rocca

  • Panorama

  • Piazza

  • La Torretta

  • Faito

Amministrazione Trasparente

La sezione dell’Opera di Soccorso dell’Ordine di San Giovanni di Morolo, costituita ad aprile del 2005, svolge servizi di trasporto sanitario in pulmino o autovettura per persone invalide, handicappate, anziane e disagiate verso strutture ambulatoriali e centri di riabilitazione, strutture religiose e ricreative. Si occupa, altresì, di prestare assistenza a manifestazioni folkloristiche, sportive, culturali e svolge corsi teorici - pratici di primo soccorso rivolti a tutta la cittadinanza.

La sezione di Morolo è stata riconosciuta dalla Regione Lazio con determina n.D3310 del 27.07.2005 nella sezione Sanità, e con determina n.B3539 del 05.05.2011 nella sezione Servizi Sociali. Ufficialmente la sezione è stata inaugurata il 10.09.2005 presso la Piazza Ernesto Biondi di Morolo, alla presenza del presidente nazionale Ing. Manfred Rocktaeschel e il sig. Riccardo Sovrano, uno dei padri fondatori del S.O.G.IT.. In tale occasione, per consentire l’avvio dell’attività della sezione, è stato donato un pullmino Volkswagen di 9 posti.

Qualche mese dopo un privato cittadino ha donato alla sezione un’autovettura Volkswagen Passat, sostituita un anno dopo da una Renault Clio, avuta anch’essa in donazione da un privato cittadino.

Nel secondo anno di attività la sezione in collaborazione con l’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani) è stata promotrice di una campagna di prevenzione dentaria presso le scuole medie dei comuni di Morolo, Supino e Patrica. Nello stesso periodo, la sede nazionale di Trieste ha donato alla sezione di Morolo un’ambulanza Volkswagen 4X4 adibita al solo trasporto e non all’emergenza.

Nel 2007, in occasione del 30° anniversario della Sede Nazionale la sezione di Morolo ha partecipato ai festeggiamenti recandosi a Trieste e osservando l’operato della sezione di Trieste.

Nel corso del terzo anno di attività la sezione si è dotata di una nuova autovettura, una Ford Focus 1.8 con aria condizionata,acquistata da un altro privato cittadino mandando in pensione la Renault Clio.

Grazie al contributo degli abitanti di Morolo e Supino, la sezione di Morolo, a seguito del tragico terremoto che ha colpito l’Abruzzo nell’aprile del 2009, ha potuto offrire aiuto alle popolazioni colpite dall’evento. Per tale evento, la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha riconosciuto alla sezione di Morolo la benemerenza di Protezione Civile.

L’attività della S.O.G.I.T. è resa possibile grazie alle entrate derivanti da pesche e mercatini, che gli associati organizzano durante l’anno, e ai proventi derivanti dal 5x1000 delle dichiarazioni dei redditi. E proprio grazie a quest’ultimi è stato possibile acquistare, alla fine del quarto anno di attività, una Fiat Punto Evo 1.3 con sistemi di allarme acustici e visivi.

Nel corso del 5° anno di attività la S.O.G.IT. di Morolo ha ricevuto, nei locali del Liceo Martino Filetico sito in Ferentino (FR), una parte del premio “Giorgio Pompeo” consistente in una somma di denaro, grazie alla quale è sotat possibile acquistare beni di prima necessità in aiuto delle popolazioni venete colpite dall’alluvione del 2010.